ricordi

 

 

Mio nonno era contadino, era abituato a camminare nel buio anche nelle notti senza luna.
Quando ero piccola uscivamo nell’aia e mi insegnava le stelle.
“Vedi Valeria, tutti guardano sempre l’Orsa Minore, perchè la sua coda è la Stella Polare e indica in nord, ma lì vicino c’è la sua vera guida, l’Orsa Maggiore, è uguale ma è più grande, veglia sulla piccola come io faccio con te. Tu sei il futuro, indichi la direzione, e io sono quello che veglia su di te, sempre accanto. Nessuno la guarda mai, c’è, ed è scontato che ci sia. E’ giusto concentrarsi sulla direzione giusta da prendere, quando serve, ma non dimenticarti mai di cercare l’altra, merita attenzione, ricordati che senza un Maggiore non esisterebbe un Minore.”

Da allora, in ogni parte dell’emisfero nord, cerco il grande carro, e vederlo lì in cielo nelle notti stellate mi dà la vera direzione.
E mi sento a casa.
Con qualcuno da qualche parte che mi protegge.

Tags:

 
 
 

0 Comments

 

Leave a Comment