chai

 

 

Ogni volta osservavo quel rito, quell’arte del mescolare, dell’amalgamare con armonia i liquidi con lo zucchero, raffreddando la bevanda in modo graduale, movimenti sciolti in una gestualità acquisita e ormai spontanea, e scrutavo quei bei volti quasi incuriositi dalla mia curiosità, con quel loro accenno di sorriso timido e un po’ autocompiaciuto. Il rito del thè, il chai, con il suo profumo che ti rimane nel naso e nell’anima per ore, facendoti trovare il tuo posto nell’universo.

 

 
 
 

0 Comments

 

Leave a Comment